FILCTEM-CGIL

Benvenuti nel sito ufficiale della FILCTEM-CGIL dedicato al comparto chimico e farmaceutico della provincia di Catania. Questo blog è un prodotto amatoriale, non è una testata giornalistica né un prodotto editoriale; ad esso non può essere applicato l'art. 5 della legge 8 Febbraio 1948 n. 47 né, tantomeno, l’art. 1 comma 3, legge 7 Marzo 2001 n. 62, poiché l'aggiornamento dei testi non ha periodicità regolare. Questo sito è espressione ufficiale della FILCTEM CGIL di Catania ed è curato da un apposito Comitato di Redazione in accordo alle linee politiche della Segreteria Provinciale.

domenica 11 marzo 2012

Assemblea degli iscritti della Filctem-CGIL della Pfizer di Catania


DOMANI Lunedì 12 alle ore 15.10, presso la MENSA AZIENDALE, si terrà l'assemblea degli iscritti alla FILCTEM CGIL.
Gli argomenti all'ordine del giorno saranno:
1- presentazione della lista CGIL alle elezioni RSU in azienda
2- situazione aziendale
3- vertenze in atto
E' inutile specificare che vista la delicatezza del momento che viviamo, è necessaria la presenza di ognuno di noi. L'azienda, nell'arco di quest'anno, continuerà a subire grossi contraccolpi come lo spin-off dell'animal health, che porteranno all'ulteriore smembramento dello stabilimento. Purtroppo quanto abbiamo detto dall'ormai lontano gennaio 2009, quando venne annunciata l'acquisizione delle Wyeth da parte di Pfizer, si è verificato passo dopo passo e presto avremo tre diverse aziende che conviveranno all'interno di uno stesso stabilimento, in una sitazione di oggettiva debolezza e di incertezza verso il futuro a breve termine.
In tutto questo, il management dello stabilimento, anzicchè gestire nel migliore dei modi le transizioni dettate da scelte fatte negli USA, agiscono con arroganza e con scarso senso di opportunità: le politiche repressive e autoritarie prendono sempre più campo. Viene fatto divieto di fumare, con trattamento diseguale tra lavoratori e lavoratori; non c'è un accordo che normi le pause; non vengono applicate normative nazionali che prevedono 3 giorni di permessi retribuiti annui, senza che il lavoratore debba produrre alcuna giustificazione; non viene applicata la normativa nazionale che consente un passivo di ferie (ricordiamo che l'azienda ha disdetto unilateralmente l'accordo sul passivo di 5 giorni di ferie); vengono negati gli spazi per le riunioni dei direttivi sindacali all'interno dello stabilimento; vengono calpestati i diritti; i lavoratori vengono considerati alla stessa stregua di numeri o peggio, di limoni da spremere e poi cestinare...
Molto spesso, per non dire sempre, le condizioni e la qualità della vita all'interno dello stabilimento sono peggiorate enormemente, sino al punto di non credere di essere parte della più grande azienda mondiale del settore farmaceutico...
E cosa dire del diritto alla salute? La gestione dei malori e diei diturbi di salute avuti al non pen e nella palazzina uffici riteniamo che sia a dir poco inopportuna e dettata nel migliore dei casi da pura improvvisazione...
PER TUTTI QUESTI MOTIVI RITENIAMO CHE SIA NECESSARIO AVERE UNA RSU QUALIFICATA, FORTE, NON CONDIZIONATA DA PICCOLI QUANTO MIOPI INTERESSI PERSONALI O DI BOTTEGA. PER TUTTI QUESTI MOTIVI, RITENIAMO CHE LA NUOVA RSU DEBBA ESSERE IN GRADO DI FARE FRONTE ALL'AZIENDA E DI TUTELARE I LAVORATORI GARANTENDO LORO DIRITTI E CHE FACCIA DA ARGINE ALLE POLITICHE AGGRESSIVE DELL'AZIENDA.
PER QUESTO TI CHIEDIAMO DI VOTARE E DI FARE VOTARE PER LA NOSTRA LISTA E PER I NOSTRI CANDIDATI...AFFINCHE' SI POSSA AVERE UN DOMANI DI LAVORO E DI DIRITTI....

Nessun commento: